storica

storica · 26. settembre 2020
Pur riconoscendo lo sforzo e il sentire di molti militanti determinato dall’orrore che vedono, penso che certe manifestazioni e molte conferenze tendono a essere superate dal corso dei tempi. Conferenze fatte con i soliti animalisti presenti per ripetersi le stesse cose sono diventate obsolete e inutili. Interventi dettati indubbiamente dalla rabbia e dall’impotenza davanti a ciò che definirei il male. Ma sto notando, nel Paese dove vivo, qualcosa di veramente nuovo. Sto vedendo come...
storica · 20. marzo 2020
In un pianeta malato occorre cercare la fonte della malattia, piuttosto che combattere il sintomo: il virus. Dove eravamo? Eravamo ai galletti allevati all'aria aperta, con cibo salutare, accuratamente selezionato e acqua pulita, pronti ad esser scannati. Alle flotte certificate per una pesca del tonno sostenibile. Eravamo alla carne biologica. Ai robot impollinatori e a redivive colture perenni a carattere industriale. Alle immense distese di soia per animali ed alle farine di carne per...
storica · 01. novembre 2019
LA SALDATURA EPOCALE TRA LA LOTTA CONTRO IL RISCALDAMENTO GLOBALE E LA DIFESA DEL NON UMANO. La nascita del movimento vegano Animal Rebellion come ala militante di Extiction Rebellion. Difesa del movimento a due teste del non umano, delle foreste, degli oceani e di tutto quello che vive. Un cambiamento epocale che include l’attacco di Animal Rebellion al mercato della carne e il tentativo di spingere la nazione verso il veganismo Animal Rebellion è ora l’ala vegana militante del grande...
storica · 01. novembre 2019
Il consumo della carne, in certe fasi, in varie forme, modalità e misura è un fatto storico comune a numerose specie del genere Homo, compresa la nostra, così in varie forme e modalità la predazione (organismi eterotrofi, la gran parte degli organismi è autotrofa). La domesticazione degli animali invece è un fatto che caratterizza una certa fase storica della nostra specie e nulla c'entra con la predazione (o lo scavenge). Possiamo dunque considerare la prima "naturale" e la seconda...
storica · 01. novembre 2019
Taluno già osservava in anni non sospetti “come la competizione generale sul mercato del lavoro, così le discriminazioni fanno abbassare il saggio generale del salario e incrementano la redditività del capitale. Il loro utilizzo è tanto vecchio quanto lo stesso capitalismo. La storia del proletariato è anche la storia della competizione e della discriminazione all’interno di questa classe, che ha diviso i lavoratori irlandesi dai britannici, gli algerini dai francesi, i neri dai...
storica · 30. ottobre 2019
“We rise in the name of truth and withdraw our consent for ecocide, oppression and patriarchy." “The third world war — of profit versus life — is already underway.” Da Extinction Rebellion Potremmo supporre che come Occupy Wall Street rappresentò la fine simbolica ( e pratica) della sinistra istituzionalizzata, il movimento dei gilet gialli del vecchio movimento operaio, i due movimenti Rebellion britannici rappresentano in certo qual modo e nella pratica la fine dell'animalismo (e...
storica · 08. settembre 2019
Potremmo definire il capitalismo come un processo planetario di annientamento della vita. Per la precisione di produzione di vita attraverso la morte e di morte attraverso la vita. La crescita demografica si è accomoagnata ad una distruzione di habitat naturali e comunità preesistenti; il cibo di cui ci nutriamo presuppone una catena alimentare che processa flora e fauna domesticate attraverso campi di concentramento e sterminio e quando si vantano le magnifiche sorti della medicina dobbiamo...
storica · 06. settembre 2019
Per i meandri della Storia circolano numerose stranezze. La capacità del Diavolo nel far creder di non esistere, o quella del capitalismo nel far credere che il disastro debba ancora giungere; e quella recente dei pentastellati nel far credere che essi praticherebbero la democrazia diretta.
storica · 23. agosto 2019
Nel dibattito Moore-Foster, ossia Metabolic Rift o ecologia-mondo, la questione può essere vista dal lato della domanda sul perché abbandonare "il modo di organizzare la natura" proprio del capitalismo. Perché evidentemente compromette il metabolismo vitale del pianeta. Se così, il metabolismo universale di Foster spiega quella necessità nei termini di una natura che risponde compromettendo la stessa nostra esistenza di specie. Il motivo è in fine ontologico o essenzialistico. Nel caso di...
storica · 23. agosto 2019
Che sia Salvini, Di Maio piuttosto che un qualunque altro elemento ipnotico, dietro costoro c'è l'inferno. Con i Salvini, Trump etc. lo si adombra solo senza fronzoli. Il punto è che il piano politico serve da foglia di fico per quel crimine storico che è il modo di distruzione capitalistico. Il comune cittadino se la prende con i politici piuttosto che con gli apparati economici (tranne quando gli va male qualche operazione finanziaria) perché da questi ultimi dipende interamente (la...

Mostra altro